Bruges e la magia del Natale

bruges belgium christmas trip viaggio travel

Bruges è senza dubbio uno dei posti più belli del Belgio e uno dei più affascinanti dell’Europa. L’atmosfera magica di questo centro vi farà sentire immersi in un cartone animato romantico, più di certe grandi città in cui questo aspetto si perde tra la folla dei mille visitatori.

Questa cittadina belga, capitale delle Fiandre Occidentali, appare ancora oggi nella sua meravigliosa veste medievale, con strade lastricate a ciottoli, canali, chiese ed edifici del periodo molto ben conservati. Ogni angolo di questo paesino vi spingerà a scattare una foto e a perdervi nella meraviglia di un centro in cui il tempo sembra essersi fermato. Proprio quest’ultimo aspetto, tra l’altro, viene enfatizzato ancora di più dalla bassissima presenza di automobili (sostituite da bellissime carrozze trainate da imponenti cavalli percheron), di tabelloni pubblicitari e di tutto ciò che caratterizza le nostre grandi città.

Bruges è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel 2000 e nel 2002 è stata Capitale Europea della Cultura, ma la sua storia è molto più antica e ricca. La città è infatti stata, nel XIII secolo, una vera e propria capitale economica e culturale dell’Europa. Da qui passavano tutti i commerci, soprattutto tessili, della parte nord del continente (città “rivale” era la vicina Gant) e Bruges fu tra le città fondatrici della Lega Anseatica; qui venne fondata anche la prima borsa valori del mondo. Sempre in quest’area si è sviluppata, inoltre, l’intensità dell’arte fiamminga. Ma l’arte di Bruges è ancora attuale: è infatti famosa la lavorazione dei merletti, e le artigiane (che può capitare di vedere intente sulla soglia della porta della propria casa) creano delle vere opere d’arte. Pensate che all’ingresso del paese è posta una piantina illustrativa del centro interamente realizzata a ricamo!

bruges belgium christmas trip viaggio travel

Ma è a Natale che Bruges assume un aspetto incredibilmente magico: immaginate di essere in una grande piazza (1 ettaro di estensione), il Markt, circondata da una torre campanaria, il Belfort, da edifici medievali con il tetto a spiovente ancora perfetti e suggestivi, di vedere un presepe in un angolo e mille luci a illuminare una pista di ghiaccio circondata da bancarelle in cui potete acquistare ogni tipo di cioccolata, leccornia e bevanda, tra cui birre locali e vin brulé. Non è il paese dei balocchi…è Bruges! Dalla fine di novembre qui si svolge anche il Festival delle Sculture di Ghiaccio: pensate che perderlo sia una buona idea?

Vi assicuriamo che il periodo natalizio è il migliore per vedere Bruges. Ma partecipare alla favola di questo paese è un’emozione incredibile ogni giorno dell’anno. I canali che attraversano la cittadina giustificano la denominazione di “Venezia del Nord“, mentre il rumore dei cavalli che attraversano le vie e le piazze trainando le carrozze sconvolgono le nostre orecchie abituate a clacson e traffico; i cigni sul prato e in acqua, i colori delle case medievali affacciate sui corsi d’acqua, le chiese con il loro aspetto maestoso offrono alla vista un’armonia incredibile.

Cosa includere nella vostra passeggiata (camminare è senza dubbio il modo migliore per visitare Bruges)? Abbiamo già accennato al Markt, la grande piazza del mercato su cui si affaccia il il Belfort, la torre simbolo della città, alta 83 metri e scalabile con 366 gradini. Ma Bruges è affascinante anche per le sue chiese: in modo particolare, vi suggeriamo di visitare la Chiesa di Nostra Signora, la cui torre misura 122 metri, e all’interno della quale è possibile osservare la Madonna con il Bambino di Michelangelo, e la Cattedrale di San Salvatore, magnifico edificio in stile gotico.

Il Natale è vicino e Bruges è uno dei posti più incantevoli dove trascorrerlo. Vi suggeriamo di prenotare subito!

condividimi