Il Giubileo di Roma

giubileo-roma-mipiaceviaggiare-san-pietro-vaticano

Ha preso ormai inizio il Giubileo straordinario della Misericordia a Roma indetto da Papa Francesco. Si concluderà il 16 novembre del prossimo anno e farà confluire nella città di Roma un numero incredibile di pellegrini.

Cosa è il Giubileo?

Partiamo dalla base. Per chi non lo sapesse, il Giubileo o Anno Santo è il periodo in cui il Papa concede l’indulgenza plenaria ai fedeli che si recano a Roma e compiono una serie di pratiche fra cui la confessione, la comunione, la preghiera, il pellegrinaggio a una delle Porte Sante e un’opera di misericordia, volontariato o penitenza.

Le celebrazioni hanno inizio con l’apertura della Porte Sante delle quattro basiliche principali di Roma, ovvero San Pietro (8 dicembre), San Giovanni in Laterano (13 dicembre), San Paolo (13 dicembre) e Santa Maria Maggiore (1 gennaio). L’apertura delle Porte Sante (che al di fuori del periodo del Giubileo restano murate) suggerisce al fedele proprio la possibilità di percorrere un cammino di salvezza che passa attraverso Cristo.

I Giubilei si svolgono ogni 25 anni e l’ultimo è stato quello proclamato da Papa Giovanni Paolo II nel 2000; i pontefici possono però indire dei Giubilei Straordinari, come ha fatto Papa Francesco proclamando il Giubileo della Misericordia con la bolla pontificia Misericordiae Vultus. I Giubilei Straordinari vengono indetti in momenti delicati della storia della Chiesa.

La sicurezza.

giubileo-roma-mipiaceviaggiare-san-pietro-vaticano-metal-detector-sicurezza

Uno dei problemi più discussi sul Giubileo è quello della sicurezza. Da giorno 8 dicembre l’allerta  è stata innalzata al livello 4, il massimo, ed è stato applicato un vero e proprio piano di sicurezza elaborato proprio per questa occasione. Cosa comprende? Innanzitutto la creazione della Sala Gestionale Giubileo, un vero e proprio occhio su Roma che attraverso uno speciale sistema di comunicazione e sorveglianza permetterà di tenere perfettamente sotto controllo tutto ciò che accadrà nei luoghi del Giubileo e nell’intero territorio urbano. E ancora, oltre duemila agenti in campo tra Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Roma Capitale, una “no fly zone” sull’intera città, agenti in divisa e in borghese alle fermate del bus e nelle stazioni della metro, controlli rafforzati con metal detector all’ingresso di piazza San Pietro e di altri possibili obiettivi.

Tutte le autorità coinvolte nell’evento ribadiscono la necessità di vivere serenamente e di non lasciarsi prendere da isterismi e falsi allarmi. Il pericolo c’è, ma anche i mezzi per contrastarlo.

Cosa altro vedere a Roma.

roma-fori-imperiali-colosseo-fondana-di-trevi-cosa-vedere-mipiaceviaggiare

Roma Caput Mundi. Trovarsi a Roma per il Giubileo è senza dubbio un’ottima occasione per fare una passeggiata ai Fori Imperiali, al Colosseo, al Pantheon, alla Fontana di Trevi, alla Galleria Borghese, alla Centrale Montemartini o in uno dei meravigliosi siti archeologici e culturali che la Capitale vanta. Di certo farete non poche code alle biglietterie, ma scoprire un nuovo angolo di questa città non può che essere positivo ed entusiasmante.

Dove pernottare a Roma ?

Cliccando qui, avrai un elenco di proposte su dove pernottare nella Capitale

condividimi